Il Queens

Scritto da Susanna Martoni

Il  Queens è il più grande dei cinque borough di New York dove vivono circa 2,24 milioni di persone. Si trova sull'isola di Long Island e confina con Brooklyn e Nassau.

È curiosa la definizione di questo quartiere anteponendo l'articolo determinativo maschile, quasi una cacofonia.

Come tutta la città di New York anche Queens racchiude innumerevoli microcosmi che, a saperli osservare, potrebbero restare stampati persino sul nostro corpo, oltre che nella nostra mente.

Il Queens come luogo che evoca gli spaccati di vita degli emigrati sudamericani, europei, indiani, greci e del mondo intero. Suggestive partite a pallacanestro all'aperto, tra altissime reti e platee improvvisate, edifici color marrone bruciato fatti di brownstones ma anche casette a schiera con problemi di parcheggio (domani c'è da spostare l'auto perché lavano la strada: ma dove metterla?), bambini chiassosi e allegri, gente di ogni tipo che entra e esce dai negozi, insospettabili chiese che sbucano all'improvviso tra un edificio e un altro, il viavai dalle rampe di accesso alla metropolitana, i distributori di benzina, il traffico talvolta sorprendentemente tranquillo, il profilo di Manhattan visibile da Queens Boulevard, la rassicurante vicinanza di Long Island, il Queensboro Bridge percorso a piedi, il profumo delle cose. Di quelle cose.

Le guide turistiche dicono pochissimo di questi luoghi. Un vero peccato. (O forse niente affatto.)

Browstones

Foto_Browstones

 

Stampa