La neve

Scritto da Francesca Chiara

Se è vero che il Costume è un "modo di comportarsi per abitudine acquisita (o anche, talora, seppure meno propriamente, naturale)" questa poesia scritta da Francesca di 6 anni rispecchia un modo di essere, una parte di atteggiamento - acquisito, certo - una sfaccettatura umorale che l'ha colpita in ogni senso durante le folte nevicate di febbraio 2012. Una poesia dedicata a tutti coloro che si identificano nelle esternazioni dei bambini.

E a proposito di "senso" (Greimas in "Del Senso" ce lo spiega chiaramente): È estremamente difficile parlare del senso e dire su di esso qualcosa di sensato. L'unico mezzo per raggiungere tale scopo sarebbe quello di costruirsi un linguaggio che non significasse nulla: in tal modo verrebbe stabilita una distanza oggettivante che permetterebbe di tenere discorsi sprovvisti di senso su discorsi sensati. Tale è appunto il sogno e l'aspirazione dei logici, i quali hanno addirittura inventato l'espressione "sprovvisto di senso" per caratterizzare una determinata classe di parole grazie alle quali risulti possibile parlare di altre parole. Purtroppo l'espressione "sprovvisto di senso" non è affatto sprovvista di senso.

 

LA NEVE

LA NEVE È COME UN FIOCCO DI NEVE.

LA NEVE È COME UNA LANA CHE SI ...

LA NEVE È MOLTO BELLA.

LA NEVE È MOLTO SOFFICE.

LA NEVE CADE, POI SI APPOGGIA SULLE PERSONE.

LA NEVE È COME UN FIORE.

LA NEVE È BIANCA.

LA NEVE CADE SU DI ME.

LA NEVE È SOMMERSA.

LA NEVE CADE SUGLI ALBERI.

LA NEVE SI APPOGGIA SULL'ERBA.

LA NEVE CADE SULLE CASE.

SU ELENA CADE UNA PALLA DI NEVE.

IL MIO BABBO TANTI ANNI FA SPALAVA.

IO A CASA FACCIO IL PUPAZZO.

IO VADO A PATTINARE.

LA NEVE SCHERZA CON ME.

LINDA E IO CI TIRIAMO LE PALLE.

ELENA VA A CASA CON LA NEVE E GIOCA A PALLAVOLO.

LA NEVE CADE SUL SUOLO.

IO POSSO GIOCARE CON LA NEVE E MI DIVERTO MOLTO.

 

FRANCESCA

Stampa